domenica 30 novembre 2014

FAVOLE IN COSTRUZIONE: UNA BELLISSIMA IDEA REGALO


Vi avevamo avvisato: stanno arrivando!  Ed ora sono pronti! Favole in costruzione ha già ricevuto tanti ordini per Natale e lo staff lavora anche la domenica per accontentare tutti. 
Come funziona? Voi compilate il modulo con tutte le informazioni relative al vostro bimbo, alle sue passioni, sogni e desideri, e la favola viene costruita attorno a lui. Un bellissimo regalo per questo Natale, per un compleanno, o semplicemente per fare una sorpresa ai vostri bimbi. E non solo a loro... le favole piacciono anche ai grandi, e quale modo migliore per mandare un messaggio a chi si ama?

martedì 25 novembre 2014

BASTA!!



Il 25 novembre è la giornata internazionale contro la violenza sulle donne. L’Onu ha istituito questa giornata nel 1999 e l' ha scelta  per commemorare la vicenda di tre sorelle peruviane pugnalate nel 1960 dal dittatore Trujillo.
Ogni anno i numeri relativi alle violenza sulle donne sono terribili:  solo in Italia 14milioni di donne sono state oggetto di violenze; ogni tre morti violente, una riguarda una donna uccisa per mano del proprio partner, e il 90% delle donne che subiscono violenza non fanno denuncia.
Non è ora di dire basta?

sabato 15 novembre 2014

CONSIGLIO DI LETTURA: MR. GWYN

IMr Gwyn
Il primo libro che ho letto di Alessandro Baricco è stato "Oceano mare" e subito mi sono innamorata della sua scrittura volutamente distratta, quasi disordinata, che fra spazi sospesi e lunghi monologhi, ti trasporta dentro la storia... ti incatena alla lettura.
Lo so, Baricco, o lo si odia o lo si ama, e io lo "odio" amandolo, perché trovo la sua scrittura di un livello unico, e penso che possa anche permettersi la sua aria da arrongantello strafottente (ma lo sarà davvero poi?).
Mr Gwyn  allo stesso modo, è un libro amato o odiato. E' la storia di Jasper Gwyn, scrittore londinese di successo, che ad un certo punto ha voglia di smettere. Cosa, di scrivere? Forse di vivere? Forse di cambiare vita...  è comunque  una storia che ti trascina piano piano nel rapporto segreto, misterioso e intrigante dei due protagonisti. Mr.  Gwyn e Rebecca la sua stagista.
Anche stavolta Baricco usa le parole come poesia e traccia con maestria i suoi personaggi; capitelo! le sue voluttuose capovolte verbali, sono vere, e non mero sfoggio di grande maestria.
Solo così, apprezzerete questo bellissimo libro.
Intanto, godetevi il video. Quale miglior presentazione?









sabato 8 novembre 2014

NON SOLO LIBRI... BERLINO, LA CADUTA DEL MURO E EAST SIDE GALERY

l

La prima volta che sono stata a Berlino, dopo aver camminato a lungo, visitando le zone più turistiche e classiche di questa bellissima città, ad un certo punto  mi sono fermata, un po' stanca da tanto scarpinare,  e ho guardato in basso: i miei piedi erano proprio sulla striscia di metallo  dorato che corre per tutta  la città e delimita l'area dove prima sorgeva il muro.  Ero in Alexander Platz, e ho cercato di immaginare quella piazza divisa in due da un muro, la vita di quella città e dei suoi abitanti,  spaccata in due dal muro e dalla pazzia dell'essere umano.
Fa impressione, e non riesci davvero a immaginartelo…  no, se non l'hai vissuto.
Nei 28 anni di presenza del muro, ci furono ca. 5000 tentativi di fuga verso Berlino Ovest, molto andati a buon fine, ma e si parla di ca.  200 persone uccise,fra cui anche donne e bambini,  e molte altre ferite, mentre scappavano utilizzando i  sistemi piu' disparati.
Domani Berlino festeggia i 25 anni dalla caduta del muro, con molte iniziative fra cui l'opera Lichtgrenze,  ideata dagli artisti  Christofer e Marc Bauder.
Lichtgreze, (confine di luce), un confine di luci, leggero e luminoso, lungo 15 km, tracciato da ottomila palloncini bianchi gonfiati con elio e illuminati a Led, posizionati dove una volta c’era il muro, e  che domani sera verranno liberati e fatti volare,  come simbolo della sua caduta.
Il loro volo sarà accompagnato dalla  Sinfonia di Beethoven, eseguita dell'orchestra Staatskapelle e diretta da Daniel Barenboim
Se  andate a Berlino non mancate di visitare East Side Galery la più  grande porzione di muro che è rimasto in posizione originale,  che  è diventato un monumento internazionale alla libertà,   e sul quale, molti artisti hanno disegnato i loro graffiti. 
(il bacio fra Erich Honecker e Leonid Brežnev fonte Wikipedia)


In omaggio a questa importante data vi propongo questo video storico, che riprende il grande violoncellista russo, Mstislav Rostropovich  che  L'11 novembre  1989 arrivò a Berlino ovest, e  lì festeggiò a modo suo, quel momento. Presa una sedia, mentre una piccola folla iniziava a radunarsi, improvvisò un concerto con alcune suite di Bach in  memoria delle vittime del muro.
Mi sembra l'omaggio migliore...


domenica 2 novembre 2014

CONSIGLIO DI LETTURA - MAMME NEL DESERTO. (Ma come ci siamo finite in Kuwait?)

Mimma: “Eccoli li vedo. Non possono essere che loro, due bimbi, uno all'incirca dell'età di Giada, l'altro un po’ più grande, certo sono tanto biondi, forse troppo, per essere italiani.
... Che faccio mi avvicino? Non è che li spavento e mi prendono per pazza? … Ecco mi sono distratta, sono passati vicino e non ho potuto nemmeno sorridere. Abbordarli. tendere l'amo. Carini però, giovani. Lei forse ha un po’  l'aspetto da secchiona. Ma sorride, questo promette bene"
Drusilla:” Lei si sta avvicinando. Spero che non venga verso di noi, oggi non sono proprio dell'umore  giusto per fare nuove amicizie. Ogni volta che rientro dalle vacanze Italiane, è uno shock, ho bisogno di una pausa di decompressione, mi serve tempo per riadattarmi e ricominciare.
... Mi sa che viene verso di noi.  ...Ecco ci siamo. Si presenta e poi inizia a parlare. Ma che parlare, questa è una macchinetta. Aiuto ! Salvatemi. Come faccio ora a staccarmela di dosso.?"
Così descrivono, le due autrici, nel loro libro Mamme nel deserto, la prima volta che si sono incontrate in Kuwait.

Mimma e Drusilla. Una nata nella solare Puglia, e l'altra, nella nebbiosa pianura padana. Probabilmente se si fossero incrociate in qualche strada, per caso, non si sarebbero mai riconosciute; molto diverse fra loro, ma complementari, hanno condiviso la stessa scelta, abbastanza controcorrente e non facile, di seguire i propri mariti in paesi lontani dall’ Italia, di mollare lavoro, amicizie, affetti, per mantenere unita la propria famiglia. 
Hanno scelto di affrontare un mondo nuovo, il Kuwait, non facile, dove la donna ha bisogno che il  marito  le faccia da sponsor, e ogni giorno deve essere inventato, e il nuovo tempo a disposizione, riempito.
Dove le preoccupazioni per la nuova vita dei propri bimbi piccoli, Giada e Riccardo quasi 4 anni, Tommaso 5 e mezzo, si mescolano alle nuove esperienze, alle nuove conoscenze, alle prime difficoltà con la lingua inglese. E poi  l’incontro con le difficili  mammine britanniche very posh, e gli incontri all'english Coffe Morning. E poi, ti abituerai mai alla settimana che inizia di domenica e finisce di giovedì?

Hanno scelto di diventare Expat, e con la forza delle donne - questo libro è dedicato a tutte noi, per trovare sempre la forza e il coraggio che abbiamo dentro - hanno saputo vivere la loro nuova vita, reinventandosela giorno per giorno, decidendo di diventarne protagoniste.
Prima la loro bellissima amicizia, poi il blog seguitissimo, dove le due amiche raccontano, con semplicità, le loro esperienze e le  piccole lotte quotidiane per accaparrarsi spazi di vita.
Poi, il contatto con la Casa editrice Carsa e l’editore  Giovanni Tavano che, dopo aver  letto il loro blog, ha avuto  l'idea di lanciare  una nuova collana, dedicata a tutti gli italiani che espatriano e “contribuiscono con la loro esperienza a ravvivare la vera partecipazione dell'Italia alla vita nel mondo."

Nasce cosi' MAMME NEL DESERTO ( Ma come ci siamo finite in Kuwait),  il libro  raccontato come un diario  scritto a quattro mani,  in modo semplice, diretto e sincero,  dove tutto sembra  impossibile, ma tutto può accadere: come la serata Sex and the City, che le nostra amiche organizzano " in un posto dove l'alcool è vietato. dove le donne possono uscire solo se sposate o ufficialmente fidanzate, dove tante sono velate, dove non esistono locali e i bar".

Vi consiglio questo libro con il cuore, e non solo perchè una della due autrici,  Drusilla, è una carissima amica, una persona splendida e positiva, che raramente, ricordo di aver  visto senza il suo bel sorriso, e Mimma, che non conosco ancora personalmente  ma tramite i racconti di Dru conosco già, ma anche  perché il loro libro  è un piccola chicca preziosa;  racconti di vita quotidiana, che  vi faranno  pensare, sorridere ed emozionare.

Expat, storie di italiani




sabato 1 novembre 2014

NON SOLO LIBRI: AMBASCIATE NORDICHE DI BERLINO, ARTE E DESIGN E MUSICA

   
Le  Ambasciate Nordiche di Berlino ogni settimana propongono diverse, interessanti  manifestazioni che prevedono  concerti, arte e design tipiche  dei paesi nordici: Finlandia, Svezia, Danimarca, Norvegia  e Islanda. A metà ottobre, ha avuto luogo JazzKantine con il trio Cayao che hanno proposto il loro tango finlandese; una musicalità inaspettata e  davvero interessante: melodie malinconiche del nord che si alternano con i ritmi impulsivi del tango argentino.

E' stata anche l'occasione per vedere le opere di Kay_Bojesen (1886-1958)  uno dei più importanti pionieri del design danese. Famosa è la sua collezione di animali di legno, che è diventata un  classico del design scandinavo.

Gli animali in legno di Bojesen , che risalgono agli  anni 50, e furono esposti al Victoria and Albert Museum  di Londra, sono ancora oggi  molto ricercati:  La scimmia,  esposta a Berlino, l’ orso o l’elefante.




Se siete in zona vale davvero la pena di andare a visitarle; il complesso che le ospita, e che  risale al 1999, è uno dei più interessanti di nuova costruzione.