sabato 27 settembre 2014

CONSIGLI DI LETTURA - UNA MUTEVOLE VERITA' E LIBRI IN METRO


8 settembre 2014
Ore 13.50. Milano, linea gialla, direzione Duomo. Mi capita raramente di prendere la metro, uso più spesso la macchina, la preferisco. Oggi, fortunatamente, non è molto affollata ma è caldissima in questa giornata d’inizio settembre. 
Lo noto subito. Probabilmente per il libro. I lettori itineranti sono la mia passione. Lui, confuso fra persone colorate e sudaticce, con il suo completo grigio chiaro estivo, molto elegante, spicca come qualcosa di stonato.
Impeccabile, con gli occhiali da sole calati sul viso. Una valigia a quadretti appoggiata vicino ai piedi e nella mano sinistra “Una mutevole verità” di Gianfranco Carofiglio.
Sembra fiero di tenerlo fra le mani, senza leggerlo, fiero di mostrarlo. Scruta le persone intorno a lui, da dietro l'armatura degli occhiali.
Poi con un movimento improvviso, sposta la giacca dal fianco sinistro e vi appoggia la mano che tiene il libro: come una pistola nella fondina.
Istintivamente ho pensato: un vero guerriero metropolitano... e quale arma migliore di un poliziesco?

Non conosco il libro, ma una presentazione così mi convince,  m’intriga e la voglio condividere; così oggi ho preso i classici due piccioni con una fava, e vi parlo di un sito davvero interessante, e ho preso  in prestito la loro bellissima idea, per consigliarvi il libro. Non me vorrà Francesco, uno degli amministratori e bookwatcher.
Libri in metro  parla delle persone che leggono, e di cosa leggono,  sui mezzi pubblici di tutto il mondo.
Un'interessante fotografia del lettore moderno, e un'intelligente spaccato psicologico di varia umanità.
Come dice il loro motto "perché se qualcuno è disposto a sgomitare dentro una metro affollata per farsi spazio e leggere il suo libro, quel libro vale!». il libro ti può dire molto del lettore, e viceversa!
Come sempre buona lettura!



martedì 23 settembre 2014

CONCORSO LETTERARIO - PROTEZIONE MICIO ONLUS




Una bella iniziativa: scrivere un racconto sui gatti, partecipare ad un concorso, e aiutare questi fantastici animali.
"Protezione Micio Onlus, associazione che si prende cura degli animali in difficoltà nella città di Torino, pubblica ogni anno un libro di racconti sui gatti, allo scopo di raccogliere fondi da utilizzare per svolgere le attività societarie (ad es., assistenza alle colonie feline, sterilizzazioni, cure mediche, adozioni e via discorrendo di questo passo). Poiché le spese di grafica sono offerte gratuitamente da un'associata e le spese di stampa sono coperte da una volontaria, il 100% del ricavato delle vendite entra nelle casse di Protezione Micio e nutre e cura i gatti sfortunati.Anche quest'anno, stiamo raccogliendo le storie che andranno a far parte del terzo libro di Protezione Micio Onlus.Tutti sono invitati ad trasmetterci la loro storia sui gatti o su altri animali domestici per vederla pubblicata in un VERO LIBRO. I racconti non devono superare le 5000 battute (circa) e devono essere allegri o almeno avere un happy ending: c'è già troppa tristezza nel mondo, cerchiamo di sorridere almeno un po'. Accettiamo sia storie vere, che racconti di fantasia."
Per i dettagli del concorso clicca qui

domenica 21 settembre 2014

NON SOLO LIBRI: IL NO DELLA SCOZIA, SATIRA E MONTY PYTHON


19 SETTEMBRE 2014 - la Scozia ha detto NO all'indipendenza dalla Gran Bretagna. 
Personalmente ero quasi certa che avrebbe vinto la spinta indipendentista dei passionali scozzesi, sarà che ho sempre negli occhi, l’ immagine di  quel bel pezzo d'uomo di Wallace,  nella magistrale interpretazione di Mel Gibson che ha
saputo interpretare la forza e il cuore di questi uomini, che nel 1294 combatterono la guerra d’indipendenza causata dall’ ascesa di Edoardo I d’Inghilterra che aveva assunto la guida del paese, dopo avere detronizzato
 il re J. Baljo.
Perché la Scozia ha detto NO?  Probabilmente, come potete leggere nell'articolo di panorama, ha prevalso una scelta di testa e non di cuore. Ha prevalso la paura per la situazione economica, e la volontà di mantenere certi diritti acquisiti. (mi riferisco alla parte più ricca). Infatti, le Borse lo confermano oggi,  con una sterlina mai stata così forte nei confronti dell'euro. 
La vittoria dei NO potrebbe avere  dei significati profondi, e non solo per la Scozia, perche' ora in tutta Europa, altre situazioni con i  propri  paesi membri potrebbero essere  più gestibili.
O forse no... le scelte di cuore, anche se disattese,  lasciano sempre il segno. ( comunque il 9 novembre si voterà per  l’ indipendenza, o meno, della Catalogna dalla Spagna).
Una curiosità; hanno votato NO, piu' le donne scozzesi degli uomini, e date un'occhiata a questo bell'articolo di Internazionale,  che ha intervistato gli adolescenti scozzesi: la scelta di abbassare  l’età per il voto a 16 anni, puntando sui giovani,  non ha dato gli esiti sperati.



Oggi niente libro ma un video che risale agli anni 70.   Monty Python  sono il famoso gruppo comico inglese che ha fatto scuola, dal 1969, con il loro umorismo intelligente fatto di satira, situazioni assurde e suoni bizzarri. I loro film - Il Senso della Vita, uno dei più conosciuti – e i loro sketch, sono un vero cult. Vi propongo questo, Man Turns into Scotsman, divertente satira verso gli scozzesi
Ogni riferimento è puramente casuale....

sabato 20 settembre 2014

NON SOLO LIBRI- LO ZOO DI BERLINO

E non mi riferisco al famoso libro di Cristiane F., letto e riletto quando avevo 15 anni, e  che è ambientato nelle vicinanze dello zoo, nella zona nella stazione ferroviaria.
Parlo proprio dello zoo di Berlino, situato vicino al  Kurfürstendamm e al parco Tiergarten creato nel 1984, quasi completamente distrutto, come la maggior parte della città, dopo la seconda guerra mondiale, e poi ricostruito. 
Normalmente non amo gli zoo, non mi piace vedere gli animali in gabbia, ma lo zoo di Berlino è un vero parco, e gli animali, che arrivano da tutto il mondo, sono davvero trattati bene, con spazi adeguati e personale qualificato.

Se andate a Berlino non mancate di visitarlo... 





Foto di Marlon Traber Photography- riproduzione vietata

martedì 16 settembre 2014

LE LIBRERIE DI BERLINO - MONDOLIBRO LIBRERIA ITALIANA

La libreria LIVRARIA è situata nella Mitte  di Berlino, praticamente il quartiere più centrale della città, il suo centro storico e vitale. Assolutamente da visitare; è uno dei quartieri piu' animati e creativi di Berlino.                                                          
Livraria è una libreria portoghese-brasiliana, fondata nel 2006 da Catia  e Ednie che sono gentilissimi e disponibili, e ha una sezione dedicata alla letteratura in lingua italiana, Mondolibro


Vi possono reperire qualsiasi volume non disponibile in libreria in massimo 3 settimane. 
Massima attenzione viene riservata all'editoria di settore, anche ai piccoli editori nonché ai vari premi letterari. La libreria Mondolibro collabora  con le scuole del territorio,  le biblioteche e le associazioni culturali, offrendo loro lo spazio per organizzare  percorsi di lettura e incontri con autori, giornalisti, musicisti ed attori. Ogni settimana si svolgono negli spazi della libreria presentazioni di libri in presenza di autori ed autrici, critici, musicisti e creativi di ogni genere.



Questa libreria è una vera  sorpresa      e se state visitando questa bellissima città, unica, vi consiglio vivamente di farci un giretto... ne vale davvero la pena!

Dimenticavo: frugando fra le novità italiane potrete trovare il mio libro Insània!


Come sempre... buona lettura!





lunedì 15 settembre 2014

Qual'e il posto migliore per leggere?

Qual'e il miglior posto per leggere? Ho preso in prestito quello  preferito da mio padre, nel suo piccolo orto, in una zona collinare  nell' alto Lago di Garda.
Volutamente non ho fotografato la splendida vista che si apre sul lago, che si snoda fra le due sponde, quella bresciana e quella veronese, verso Desenzano.
Volutamente, ripeto, perchè questa immagine semplice, rispecchia  per me,  l'essenza di chi ama leggere, e desidera solo la compagnia del libro.


Mi piace  leggere in mezzo alle piante, nel verde -  in una serra, sarebbe   il mio sogno -  ma piu' spesso mi trovo a rubare momenti per la lettura nei posti piu' impensati , in macchina a volte, se c'e' una coda, o in bagno, che spesso è l'unico posto in cui trovare quiete e solitudine.

E il vostro? Qual'è il vostro posto preferito per leggere?


giovedì 11 settembre 2014

LA MORTE DI DANIZA

"L'uomo 'feroce idiota' ha colpito ancora". Così lo scrittore Mauro Corona ha commentato la morte di Daniza, per salvare la quale, nelle scorse settimane, aveva fatto numerosi appelli sul web e tramite la stampa. "Hanno ottenuto quello che volevano - ha aggiunto - e adesso l'hanno addormentata per sempre. Io capisco anche gli allevatori e i contadini che si lamentavano: in questo Paese disastrato, per ottenere il risarcimento di una mucca morta ci vogliono cinque anni, e un capo di bestiame, al giorno d'oggi, è un patrimonio che non si può perdere. Tuttavia, c'era il modo di far convivere le varie esigenze senza arrivare a questa brutalità".




Prendo spunto da un articolo di repubblica. it, citando le parole di Mauro Corona, che parla della morte di Daniza,  l'orsa che per difendere i propri cuccioli, dall'incauta curiosità di un uomo, lo ha aggredito, ferendolo. 
Lei che avrebbe potuto uccidere, e non l' ha fatto! Lei,  che era stata portata su quei monti,  per essere a sua volta protetta dal pericolo dell'estinzione, ma che l'incapacità, la cattiveria e l'incuria dell'essere umano ha fatto morire.
Uccisa perché ha risposto all'istinto materno di proteggere i propri  piccoli, uccisa perché dava fastidio e chi doveva decidere non è stato in grado di trovare una soluzione equa, e ha preferito eliminare il problema. 
Mi viene in mente "Il vecchio che leggeva romanzi d'amore" di Sepulveda.
Il vecchio Antonio Jose, cacciatore, e profondo conoscitore della foresta amazzonica, va a caccia del tigrillo, un bellissimo esemplare femmina di tigre, che sta uccidendo gli uomini, perché impazzita  di dolore per l'assassinio dei suoi cuccioli. La lotta fra l'uomo e l'animale,  diventa metafora della continua  barbaria dell'essere umano verso la natura. 

" Il vecchio la accarezzò, ignorando il dolore del piede ferito, e pianse di vergogna, sentendosi indegno, umiliato, in nessun caso vincitore di quella battaglia"

CHI SONO I VERI ANIMALI??

domenica 7 settembre 2014

CONSIGLIO DI LETTURA : ELOGIO DEI 50ANNI

Le  età della donna. Diario del corpo femminilePrendo spunto da un bel articolo del giornale panorama che parlando delle varie fasi di vita di una donna, e dei cambiamenti piccoli o fondamentali che avvengono nel nostro corpo e nella nostra psiche,  consiglia un libro davvero interessante.  Noi donne siamo un universo infinito, inspiegabile, affascinante e pieno di sorprese.
Quante sono le età della donna? E'  la prima domanda che viene posta nell'articolo, e poi si sofferma sui 10 anni fondamentali per la nostra vita: dai 40 ai 50 anni, una decade importante e piena di cambiamenti. 
Ok, io sono di parte, quest'anno ho compiuto giusto 50 anni, ma  devo dire che è un'età bellissima: è un traguardo importante e mi piace dire che a questa età, noi donne, siamo più autonome, più determinate e creative!Mi riferisco alle donne meravigliosamente normali, che lavorano, si occupano della famiglia e fra i mille impegni non trascurano le proprie passioni,  e possono allenarsi ogni giorno per poter  correre una maratona (e chiaccherando per tutti i 42 km come fa la mia amica Paoletta), far parte di un coro e dopo aver preparato la cena, andare a cantare davanti ad un vero pubblico con ottimi risultati, o scrivere un libro,  sfruttando ogni piccolo momento libero della giornata (e della notte). O che,  oltre ad essere mamme, compagne, nonne a tempo pieno trovano il tempo di fare volontariato e di essere anche  nonne di bimbi meno fortunati!
Non siamo piu' vecchie, solo piu' consapevoli
Consapevoli dei nostri cambiamenti, del nostro corpo che cambia e delle nuove rughe sul volto, ma con  l'autoironia necessaria per accettarli, e per farli diventare parte della nostra crescita. Sappiamo che non serve il troppo trucco a mascherarli, e che  l'intelligenza è la miglior arma di seduzione 

E voi amiche, e non sole le 50enni,  che ne pensate?



Le età delle donna autore Luini M.Giovanna  - editore Skira - 12,00 euro.