mercoledì 31 dicembre 2014

BUON 2015!!

Siamo arrivati alla fine del 2014, e come ogni fine anno, è il momento di tirare le somme dell'anno che sta finendo, e fare qualche bilancio. 
Com'è stato il vostro 2014? Cosa vi porterete di lui nel prossimo anno? 
Cosa brucerete, qualche minuto prima della mezzanotte, per lasciarlo alle spalle? Qualsiasi usanza adotterete, per accogliere l'anno che viene, ad esempio, mangiare dodici chicchi d'uva, uno per ogni ritocco prima della mezzanotte - credetemi una fatica terribile - o, vi siate preparati con intimo rosso fiammante, o ancora,come fanno in Brasile, facilitati dalle temperature, saltiate 7 volte, in riva all'oceano - un salto per ogni giorno della settimana dell'anno che verrà - insomma, qualunque cosa facciate, vi auguro una fine d'anno alla grande, e ancora, un  più grande 2015. 
Per quello che mi riguarda, questo è stato un anno davvero particolare, con grandi soddisfazioni e qualche grande cambiamento: I  cambiamenti fanno paura, si sa, ma sono necessari, e quello che ci spaventa non deve fermarci: dobbiamo essere sempre in movimento, spinti dalla passione e dalla voglia di fare, soprattutto in tempi strani e difficili, come questo.
Anche questo blog, cambierà qualcosa, con il nuovo anno, come è giusto che sia, per rinnovarsi e cercare cose nuove.
Così il mio augurio per il nuovo anno, per tutti,  è proprio quello che sia un anno proficuo, passionale, di ricerca, e di movimento:

"sii il cambiamento che vorresti vedere avvenire nel mondo"
  Mahatma Gandhi


Tanti auguri!!




domenica 28 dicembre 2014

QUANDO IL BODY PAINTING DIVENTA ARTE.

Una giraffa, un cigno, o un coloratissimo polipo con lunghi tentacoli.
Opere uniche, eseguite da Emma Fay britannica, 27 anni, artista del body painting.
Emma utilizza colori  a base d'acqua che applica sul corpo di modelle, a cui fa assumere posizioni particolari, tali da rappresentare forme animali. La preparazione delle modelle dura diverse ore, con i risultati incredibili che potete vedere di seguito.


Queste opere rientrano nel suo progetto "Marvel of Nature".



venerdì 26 dicembre 2014

QUANDO IL LIBRO E' UNA PICCOLA OPERA D'ARTE- RAY MARSHALL E PAPER BLOSSOM BUTTERFLIES E BIRDS.

Passato il Natale, si fanno i conti con i regali dati e ricevuti: io sono quella del:
"un libro è un regalo perfetto", e ho sempre avuto la tendenza a regalare i libri preferiti da me; diventando grande ho imparato a donare i libri che, in qualche modo "appartengono" alla persona che li riceve; si sa, in qualche modo i libri ci cercano!
E, quando ricevo un libro in dono, è sempre estremamente gradito, soprattutto quando il libro è una piccola opera d'arte, senza parole scritte, senza storia né trama, ma capace di incantarti appena lo apri:
succede con Paper Blossom, Butteflies e Birds, di Ray Marshall, un libro di bellissimi bouquets di carta, per i centri tavola, o per qualsiasi utilizzo se ne voglia fare: sono piccoli giardini perenni , in miniatura, curati veramente nei minimi dettagli, che si aprono ad ogni cambio pagina e sono bellissimi.
La tecnica è chiamata pop up, e i libri i pop-up sono un tipo di kirigami, che è una tecnica orientale di intaglio e piegatura della carta grazie a cui si possono ottenere forme tridimensionali a partire da un unico foglio, senza asportare pezzi. L'autore, Ray Marshall, che vive a San Francisco, ha iniziato a lavorare nella paper engineering nel 1979, e nel 2012 ha vinto il Meggendorfer Prize, per i suoi lavori.
Perfezione pura:godetevi il vaso di  tulipani, o il mazzo di orchidee. O il bellissimo giardino di farfalle.
E se volete fare un regalo, lo trovate su amazon.















martedì 23 dicembre 2014

HAPPY CHRISTMAS


Ci siamo quasi!  Ecco i miei migliori auguri di Buon Natale con ospiti unici: Andrea Bocelli e i mitici  Muppets - io li adoro -

Buon Natale!!














sabato 20 dicembre 2014

The Nightmare Before Christmas, un cult per Natale.



Mezza famiglia a letto con l'influenza; fuori fa freddo, il nostro spirito natalizio è già alto, così, quale idea migliore di guardare un film in tema? Visione in lingua italiana sottotitolata in lingua tedesca, oggi ho visto per la prima volta The Nightmare Before Christmas  di Tim Burton, e sono rimasta davvero colpita;  primo, perchè il film - un lungometaggio animato - è davvero molto bello, e secondo, perchè non si finisce mai di scoprire cose deliziose.
Il film, realizzato, nel 1993,  in stop-motion, cioè usando dei pupazzi, mossi a mano dagli animatori, fotogramma per fotogramma  - vi hanno lavorato  ca 200 persone - ha richiesto tre anni di lavoro.
Vi consiglio di fare un giretto nel mondo fantastico degli Alberi delle Feste più Liete, dove ci sono i Paesi di Halloween, e quello di Natale, insieme a  Jack Skeletron, stimato ed apprezzato cittadino del Paese di Halloween che cade per caso nel Paese del Natale.
Nell'era odierna, dove impera il  digitale, questo film, girato manualmente,  che ha più 20 anni, ed ha ottenuto, nel 1994, il premio Oscar per: i migliori effetti speciali, per la migliore regia, per la migliore animazione e per il miglior film, è un vero cult, ed è sempre più attuale!
Nella versione italiana, la voce narrante è quella di Renato Zero,
Buona visione!



venerdì 19 dicembre 2014

COLPITI AL CUORE. IL LIBRO DI PROTEZIONE MICIO ONLUS E' PRONTO!

Vi ricordate Protezione Micio Onlus? Ve ne ho parlato qualche tempo fa in un mio post, in cui vi parlavo del loro concorso  e della loro bellissima iniziativa di beneficenza: un libro di racconti per gatti, il cui ricavato sarà interamente  devoluto alle attività in favore dei nostri amici gatti, bisognosi.
Il concorso era aperto a tutti, e chiunque volesse, poteva partecipare, mandando  un racconto, chiaramente una storia "gattosa", e contribuire a questa bella iniziativa, nata grazie alla volontà .del  presidente di Protezione Micio Onlus  Francesca, all' idea dell'instancabile Carla, all'aiuto di Carolina e Claudia che hanno contribuito nella realizzazione e stampa.
Ora il libro è pronto,  è davvero molto bello, e raccoglie le storie di tanti appassionati e amanti dei gatti, fra i quali la sottoscritta!
Se volete informazioni su come acquistare il libro, e vedere le attività dell'associazione fatevi un giretto sul loro bel sito.
Buona lettura!


domenica 7 dicembre 2014

Aspettando il Natale a Berlino: il Kurfürstendamm e i Weihnachtsmarkt


Kurfürstendamm  strasse è il centro di Berlino Ovest. Nel XVI secolo, la  zona  era paludosa, e  questa via collegava il castello cittadino, del principe Gioacchino, alla riserva di caccia della Grunewald. Nel 1880, la via venne trasformata in un largo viale, su esempio dei francesi Champs Elyseées. Oggi è un viale ricco di negozi e firme importanti. Attraversa i i quartieri di Charlottenburg, Grunewald, Halensee e Wilmersdorf. Anche qui potete trovare il classico weihnachtsmarkt, il mercatino di Natale.

Inutile dirvi che in ogni zona  di Berlino ci sono i  mercatini di natale, belli e suggestivi. 






Giostre per bambini, e ottimi lebkuchen (tipico dolce di natale tedesco), wuerste, e il tipico gluehwein



domenica 30 novembre 2014

FAVOLE IN COSTRUZIONE: UNA BELLISSIMA IDEA REGALO


Vi avevamo avvisato: stanno arrivando!  Ed ora sono pronti! Favole in costruzione ha già ricevuto tanti ordini per Natale e lo staff lavora anche la domenica per accontentare tutti. 
Come funziona? Voi compilate il modulo con tutte le informazioni relative al vostro bimbo, alle sue passioni, sogni e desideri, e la favola viene costruita attorno a lui. Un bellissimo regalo per questo Natale, per un compleanno, o semplicemente per fare una sorpresa ai vostri bimbi. E non solo a loro... le favole piacciono anche ai grandi, e quale modo migliore per mandare un messaggio a chi si ama?

martedì 25 novembre 2014

BASTA!!



Il 25 novembre è la giornata internazionale contro la violenza sulle donne. L’Onu ha istituito questa giornata nel 1999 e l' ha scelta  per commemorare la vicenda di tre sorelle peruviane pugnalate nel 1960 dal dittatore Trujillo.
Ogni anno i numeri relativi alle violenza sulle donne sono terribili:  solo in Italia 14milioni di donne sono state oggetto di violenze; ogni tre morti violente, una riguarda una donna uccisa per mano del proprio partner, e il 90% delle donne che subiscono violenza non fanno denuncia.
Non è ora di dire basta?

sabato 15 novembre 2014

CONSIGLIO DI LETTURA: MR. GWYN

IMr Gwyn
Il primo libro che ho letto di Alessandro Baricco è stato "Oceano mare" e subito mi sono innamorata della sua scrittura volutamente distratta, quasi disordinata, che fra spazi sospesi e lunghi monologhi, ti trasporta dentro la storia... ti incatena alla lettura.
Lo so, Baricco, o lo si odia o lo si ama, e io lo "odio" amandolo, perché trovo la sua scrittura di un livello unico, e penso che possa anche permettersi la sua aria da arrongantello strafottente (ma lo sarà davvero poi?).
Mr Gwyn  allo stesso modo, è un libro amato o odiato. E' la storia di Jasper Gwyn, scrittore londinese di successo, che ad un certo punto ha voglia di smettere. Cosa, di scrivere? Forse di vivere? Forse di cambiare vita...  è comunque  una storia che ti trascina piano piano nel rapporto segreto, misterioso e intrigante dei due protagonisti. Mr.  Gwyn e Rebecca la sua stagista.
Anche stavolta Baricco usa le parole come poesia e traccia con maestria i suoi personaggi; capitelo! le sue voluttuose capovolte verbali, sono vere, e non mero sfoggio di grande maestria.
Solo così, apprezzerete questo bellissimo libro.
Intanto, godetevi il video. Quale miglior presentazione?









sabato 8 novembre 2014

NON SOLO LIBRI... BERLINO, LA CADUTA DEL MURO E EAST SIDE GALERY

l

La prima volta che sono stata a Berlino, dopo aver camminato a lungo, visitando le zone più turistiche e classiche di questa bellissima città, ad un certo punto  mi sono fermata, un po' stanca da tanto scarpinare,  e ho guardato in basso: i miei piedi erano proprio sulla striscia di metallo  dorato che corre per tutta  la città e delimita l'area dove prima sorgeva il muro.  Ero in Alexander Platz, e ho cercato di immaginare quella piazza divisa in due da un muro, la vita di quella città e dei suoi abitanti,  spaccata in due dal muro e dalla pazzia dell'essere umano.
Fa impressione, e non riesci davvero a immaginartelo…  no, se non l'hai vissuto.
Nei 28 anni di presenza del muro, ci furono ca. 5000 tentativi di fuga verso Berlino Ovest, molto andati a buon fine, ma e si parla di ca.  200 persone uccise,fra cui anche donne e bambini,  e molte altre ferite, mentre scappavano utilizzando i  sistemi piu' disparati.
Domani Berlino festeggia i 25 anni dalla caduta del muro, con molte iniziative fra cui l'opera Lichtgrenze,  ideata dagli artisti  Christofer e Marc Bauder.
Lichtgreze, (confine di luce), un confine di luci, leggero e luminoso, lungo 15 km, tracciato da ottomila palloncini bianchi gonfiati con elio e illuminati a Led, posizionati dove una volta c’era il muro, e  che domani sera verranno liberati e fatti volare,  come simbolo della sua caduta.
Il loro volo sarà accompagnato dalla  Sinfonia di Beethoven, eseguita dell'orchestra Staatskapelle e diretta da Daniel Barenboim
Se  andate a Berlino non mancate di visitare East Side Galery la più  grande porzione di muro che è rimasto in posizione originale,  che  è diventato un monumento internazionale alla libertà,   e sul quale, molti artisti hanno disegnato i loro graffiti. 
(il bacio fra Erich Honecker e Leonid Brežnev fonte Wikipedia)


In omaggio a questa importante data vi propongo questo video storico, che riprende il grande violoncellista russo, Mstislav Rostropovich  che  L'11 novembre  1989 arrivò a Berlino ovest, e  lì festeggiò a modo suo, quel momento. Presa una sedia, mentre una piccola folla iniziava a radunarsi, improvvisò un concerto con alcune suite di Bach in  memoria delle vittime del muro.
Mi sembra l'omaggio migliore...


domenica 2 novembre 2014

CONSIGLIO DI LETTURA - MAMME NEL DESERTO. (Ma come ci siamo finite in Kuwait?)

Mimma: “Eccoli li vedo. Non possono essere che loro, due bimbi, uno all'incirca dell'età di Giada, l'altro un po’ più grande, certo sono tanto biondi, forse troppo, per essere italiani.
... Che faccio mi avvicino? Non è che li spavento e mi prendono per pazza? … Ecco mi sono distratta, sono passati vicino e non ho potuto nemmeno sorridere. Abbordarli. tendere l'amo. Carini però, giovani. Lei forse ha un po’  l'aspetto da secchiona. Ma sorride, questo promette bene"
Drusilla:” Lei si sta avvicinando. Spero che non venga verso di noi, oggi non sono proprio dell'umore  giusto per fare nuove amicizie. Ogni volta che rientro dalle vacanze Italiane, è uno shock, ho bisogno di una pausa di decompressione, mi serve tempo per riadattarmi e ricominciare.
... Mi sa che viene verso di noi.  ...Ecco ci siamo. Si presenta e poi inizia a parlare. Ma che parlare, questa è una macchinetta. Aiuto ! Salvatemi. Come faccio ora a staccarmela di dosso.?"
Così descrivono, le due autrici, nel loro libro Mamme nel deserto, la prima volta che si sono incontrate in Kuwait.

Mimma e Drusilla. Una nata nella solare Puglia, e l'altra, nella nebbiosa pianura padana. Probabilmente se si fossero incrociate in qualche strada, per caso, non si sarebbero mai riconosciute; molto diverse fra loro, ma complementari, hanno condiviso la stessa scelta, abbastanza controcorrente e non facile, di seguire i propri mariti in paesi lontani dall’ Italia, di mollare lavoro, amicizie, affetti, per mantenere unita la propria famiglia. 
Hanno scelto di affrontare un mondo nuovo, il Kuwait, non facile, dove la donna ha bisogno che il  marito  le faccia da sponsor, e ogni giorno deve essere inventato, e il nuovo tempo a disposizione, riempito.
Dove le preoccupazioni per la nuova vita dei propri bimbi piccoli, Giada e Riccardo quasi 4 anni, Tommaso 5 e mezzo, si mescolano alle nuove esperienze, alle nuove conoscenze, alle prime difficoltà con la lingua inglese. E poi  l’incontro con le difficili  mammine britanniche very posh, e gli incontri all'english Coffe Morning. E poi, ti abituerai mai alla settimana che inizia di domenica e finisce di giovedì?

Hanno scelto di diventare Expat, e con la forza delle donne - questo libro è dedicato a tutte noi, per trovare sempre la forza e il coraggio che abbiamo dentro - hanno saputo vivere la loro nuova vita, reinventandosela giorno per giorno, decidendo di diventarne protagoniste.
Prima la loro bellissima amicizia, poi il blog seguitissimo, dove le due amiche raccontano, con semplicità, le loro esperienze e le  piccole lotte quotidiane per accaparrarsi spazi di vita.
Poi, il contatto con la Casa editrice Carsa e l’editore  Giovanni Tavano che, dopo aver  letto il loro blog, ha avuto  l'idea di lanciare  una nuova collana, dedicata a tutti gli italiani che espatriano e “contribuiscono con la loro esperienza a ravvivare la vera partecipazione dell'Italia alla vita nel mondo."

Nasce cosi' MAMME NEL DESERTO ( Ma come ci siamo finite in Kuwait),  il libro  raccontato come un diario  scritto a quattro mani,  in modo semplice, diretto e sincero,  dove tutto sembra  impossibile, ma tutto può accadere: come la serata Sex and the City, che le nostra amiche organizzano " in un posto dove l'alcool è vietato. dove le donne possono uscire solo se sposate o ufficialmente fidanzate, dove tante sono velate, dove non esistono locali e i bar".

Vi consiglio questo libro con il cuore, e non solo perchè una della due autrici,  Drusilla, è una carissima amica, una persona splendida e positiva, che raramente, ricordo di aver  visto senza il suo bel sorriso, e Mimma, che non conosco ancora personalmente  ma tramite i racconti di Dru conosco già, ma anche  perché il loro libro  è un piccola chicca preziosa;  racconti di vita quotidiana, che  vi faranno  pensare, sorridere ed emozionare.

Expat, storie di italiani




sabato 1 novembre 2014

NON SOLO LIBRI: AMBASCIATE NORDICHE DI BERLINO, ARTE E DESIGN E MUSICA

   
Le  Ambasciate Nordiche di Berlino ogni settimana propongono diverse, interessanti  manifestazioni che prevedono  concerti, arte e design tipiche  dei paesi nordici: Finlandia, Svezia, Danimarca, Norvegia  e Islanda. A metà ottobre, ha avuto luogo JazzKantine con il trio Cayao che hanno proposto il loro tango finlandese; una musicalità inaspettata e  davvero interessante: melodie malinconiche del nord che si alternano con i ritmi impulsivi del tango argentino.

E' stata anche l'occasione per vedere le opere di Kay_Bojesen (1886-1958)  uno dei più importanti pionieri del design danese. Famosa è la sua collezione di animali di legno, che è diventata un  classico del design scandinavo.

Gli animali in legno di Bojesen , che risalgono agli  anni 50, e furono esposti al Victoria and Albert Museum  di Londra, sono ancora oggi  molto ricercati:  La scimmia,  esposta a Berlino, l’ orso o l’elefante.




Se siete in zona vale davvero la pena di andare a visitarle; il complesso che le ospita, e che  risale al 1999, è uno dei più interessanti di nuova costruzione.

giovedì 30 ottobre 2014

UNA NUOVA EMOZIONE

Sto passando in macchina e vedo questo. Mi fa uno strano effetto, e lo ammetto,  mi fa emozionare.  Mi fermo, spero che nessuno mi veda, e lo fotografo. Caspita... quasi quasi lo uso come invito!
Se domani siete da queste parti...

lunedì 27 ottobre 2014

L'INCONTRO SU PIPELINE... BUON VIAGGIO!!!

Ogni giorno un nuovo viaggio, non importa con quale mezzo! E  a volte il viaggio è un po' più corto, diciamo 3 fermate, e sei arrivato a destinazione...  PIPELINE scegli 3stop, troverai L'INCONTRO il mio  nuovo racconto breve... Buon viaggio!!



sabato 25 ottobre 2014

LE BELLE IDEE NON HANNO CONFINI... IL LIBERO SCAMBIO DI LIBRI, DA BERLINO AL LAGO DI GARDA...

Rüdesheimer Platz,  si trova nel cuore di Berlino  Ovest, nell'elegante  quartiere di wilmersdorf, une delle zone che amo di più di questa bellissima città.
In estate qui si svolge una festa del vino, molto seguita, durante la quale il vino è servito in abbondanza, e ognuno si può portare il proprio cibo e mangiare seduto ai tavoli disposti nella piazza. Se siete in zona, vi consiglio di farci un salto. Inoltre, sempre in questa bella piazza troverete VILLA LIBRIS un' idea degli abitanti della zona, che hanno utilizzato una vecchia cabina telefonica (in questa era di IPHONE chi usa più i vecchi telefoni?), per un uso di tutto rispetto: lo scambio di libri. Ognuno può entrare nella cabina per lasciare i propri vecchi libri e ritirarne di altri non letti. E così via! ll libero scambio, a costo zero,  aiuta ad incentivare la lettura. 
E poichè come si dice sempre, comè il piccolo mondo, ecco la stessa iniziativa proposta nelle bellissma valtenesi, a Padenghe sul Garda, fuori dalla biblioteca del paese, che già da sola, è un piccolo gioiellino - era la sede della vecchia scuola materna - 

LIBERA LIBRI, anche in questo caso una vecchia cabina telefonica innalzata a ruolo di minuscola biblioteca per il libero scambio dei propri libri.


Come sempre...buona lettura!












domenica 19 ottobre 2014

FAVOLE IN COSTRUZIONE -- STA ARRIVANDO!!

Si, sta arrivando, FAVOLE IN COSTRUZIONE   un nuovo progetto, una nuova idea per fare un regalo unico ai bambini, e alle loro mamme!
Favole in costruzione crea il libro a misura del bambino, creando una favola che lo rende protagonista di avventure e storie fantastiche, che racconta quello che ama, parla dei suoi sogni e delle sue passioni.




Mercoledi' 15 ottobre ha avuto luogo la presentazione del libro pilota: una bellissima sorpresa  per la bambina che ha avuto il libro in regalo,  tantissima emozione per la mamma e i nonni presenti, e una grande festa per tutti i bambini intervenuti all'evento.



Cosa piace al vostro bimbo? qual'e' il suo pupazzo preferito? quali sono le sue passioni? Queste sono alcune delle informazioni che servono alle amiche di Favole in costruzione per creare la fiaba che racconta del vostro bambino.
Una nuova idea per fare un bel  regalo (e si sta avvicinando il Natale) non solo ai bambini, ma anche ai loro genitori, e perchè no, anche per avvicinare i più piccoli alla lettura.



sabato 18 ottobre 2014

MAMME NEL DESERTO - LA PRESENTAZIONE

Se venerdi' 24 ottobre, intorno alle 18.30,  siete in zona Desenzano del Garda, non perdetevi la presentazione del libro MAMME NEL DESERTO (ma come ci siamo finite in Kuwait?) presso la libreria Podavini di Desenzano.

A breve la recensione del libro!!



martedì 14 ottobre 2014

GRATTA E VINCI SU PIPELINE

Se il tuo viaggio è un pò più lungo, vai su PIPELINE scegli più stop, diciamo 31stop... troverai GRATTA E VINCI il mio racconto breve... Buon viaggio!!


sabato 11 ottobre 2014

MALALA, IL NOBEL E L'INVITO.




Malala Yousafzai Kailash Satyarthi, si sono divisi oggi il  IL PREMIO NOBEL
assegnato dal Comitato  di Oslo. Malala, la coraggiosa studentessa che ha rischiato la vita, per la sua campagna per il diritto delle bambine all'istruzione,  e Kaliash, l'operatore sociale Indù, per la sua battaglia contro le violenze sui bambini (ha salvato ca. 80,000 piccoli bambini-schiavi).
In un paese come il Pakistan, in cui esistono ancora usanze come il WATA-SATTA, la bambina è data in moglie a un marito vecchio, usata come scambio, per dare al proprio padre una moglie giovane, o in cui, la violenza domestica è considerata normale, anche dalla polizia locale (la moglie è di proprietà del marito), il coraggio di questa ragazza è un messaggio che ha la forza di un tornado. Il suo invito: Malala ha invitato i Premier di Pakistan e India a partecipare alla cerimonia di consegna del Premio, ha un significato unico. Già l'assegnazione del Nobel, il riconoscimento dato a una pachistana e, a un indiano, uniti dall'impegno comune contro ogni forma di violenza e vessazione, suona come un’esortazione, ai due paesi, INDIA E PAKISTAN,  a risolvere le proprie lotte (la questione del Kashmir) con il dialogo.
Servirà? Solo il tempo potrà dirlo...  ma per un giorno, in questa terra di confine tanto contesa, le armi hanno taciuto.
Molti di noi conoscono  già il libro  IO SONO MALALA, in cui Malala descrive il proprio paese,  la propria vita, la propria  famiglia. Parla dei  suoi genitori molto legati, e parla della propria battaglia. Se non l'avete fatto, vi consiglio di leggerlo perchè è un libro che lascia il segno.  Come il discorso, che vi propongo, che Malala ha tenuto all'ONU, nel 2013, il giorno del suo sedicesimo compleanno
"un bambino, un'insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo..."

sabato 4 ottobre 2014

PIPELINE IS READY!!


Finalmente è arrivata! PIPELINE è la nuova idea per chi ama leggere, e per chi ama leggere ovunque, bus, tram o metro. Storie brevi, o lunghe, scegli tu cosa leggere; dipende da dove devi scendere, qual'è la tua fermata. Avrai a disposizione i racconti adatti alla durata del tuo tragitto! 
Un app ideata dal Luigi Colucci e disponibile ora per I PHONE  e PC, ma presto anche  per Android

A proposito… io sono una pipeliner… uno dei miei racconti potrebbe farvi compagnia nei vostri prossimi  viaggi. 

"Per i tuoi viaggi in metro, autobus e in carrozza. Misuriamo il tempo in storie.

Se il mondo fosse fatto di Pipeliners non sarebbe migliore. Ma forse semplicemente più distratto.
Siamo la distrazione su di un autobus e nella metro. Siamo quelli che scandiscono il tempo con un tic tac di fermate e parole. Siamo le storie che cerchi e gli scrittori che non conosci. Avidi di penne, anime e racconti. Siamo una raccolta che non hai mai letto (ma del resto questa descrizione dovrà pur servire a qualcosa). 

Siamo Pipeline fatta da Pipeliners. Siamo i fervidi sostenitori dell’effetto farfalla. 
Che se non cambieremo il mondo, almeno faremo piovere a New York.

Siamo un app per le tue mattine. Siamo un'app per i tuoi pomeriggi. Che se la usi per leggere un racconto la conosci già tutta. E poi sei vuoi ci porti in giro con te. In tasca. In silenzio.

Nota: Pipeline non può essere ritenuta responsabile per eventuali e probabili ritardi, treni e autobus persi, camicie mal stirate o infedeltà occasionale del vostro partner.

Pipeline. Perché ci piacciono le storie."

Buona lettura!


sabato 27 settembre 2014

CONSIGLI DI LETTURA - UNA MUTEVOLE VERITA' E LIBRI IN METRO


8 settembre 2014
Ore 13.50. Milano, linea gialla, direzione Duomo. Mi capita raramente di prendere la metro, uso più spesso la macchina, la preferisco. Oggi, fortunatamente, non è molto affollata ma è caldissima in questa giornata d’inizio settembre. 
Lo noto subito. Probabilmente per il libro. I lettori itineranti sono la mia passione. Lui, confuso fra persone colorate e sudaticce, con il suo completo grigio chiaro estivo, molto elegante, spicca come qualcosa di stonato.
Impeccabile, con gli occhiali da sole calati sul viso. Una valigia a quadretti appoggiata vicino ai piedi e nella mano sinistra “Una mutevole verità” di Gianfranco Carofiglio.
Sembra fiero di tenerlo fra le mani, senza leggerlo, fiero di mostrarlo. Scruta le persone intorno a lui, da dietro l'armatura degli occhiali.
Poi con un movimento improvviso, sposta la giacca dal fianco sinistro e vi appoggia la mano che tiene il libro: come una pistola nella fondina.
Istintivamente ho pensato: un vero guerriero metropolitano... e quale arma migliore di un poliziesco?

Non conosco il libro, ma una presentazione così mi convince,  m’intriga e la voglio condividere; così oggi ho preso i classici due piccioni con una fava, e vi parlo di un sito davvero interessante, e ho preso  in prestito la loro bellissima idea, per consigliarvi il libro. Non me vorrà Francesco, uno degli amministratori e bookwatcher.
Libri in metro  parla delle persone che leggono, e di cosa leggono,  sui mezzi pubblici di tutto il mondo.
Un'interessante fotografia del lettore moderno, e un'intelligente spaccato psicologico di varia umanità.
Come dice il loro motto "perché se qualcuno è disposto a sgomitare dentro una metro affollata per farsi spazio e leggere il suo libro, quel libro vale!». il libro ti può dire molto del lettore, e viceversa!
Come sempre buona lettura!



martedì 23 settembre 2014

CONCORSO LETTERARIO - PROTEZIONE MICIO ONLUS




Una bella iniziativa: scrivere un racconto sui gatti, partecipare ad un concorso, e aiutare questi fantastici animali.
"Protezione Micio Onlus, associazione che si prende cura degli animali in difficoltà nella città di Torino, pubblica ogni anno un libro di racconti sui gatti, allo scopo di raccogliere fondi da utilizzare per svolgere le attività societarie (ad es., assistenza alle colonie feline, sterilizzazioni, cure mediche, adozioni e via discorrendo di questo passo). Poiché le spese di grafica sono offerte gratuitamente da un'associata e le spese di stampa sono coperte da una volontaria, il 100% del ricavato delle vendite entra nelle casse di Protezione Micio e nutre e cura i gatti sfortunati.Anche quest'anno, stiamo raccogliendo le storie che andranno a far parte del terzo libro di Protezione Micio Onlus.Tutti sono invitati ad trasmetterci la loro storia sui gatti o su altri animali domestici per vederla pubblicata in un VERO LIBRO. I racconti non devono superare le 5000 battute (circa) e devono essere allegri o almeno avere un happy ending: c'è già troppa tristezza nel mondo, cerchiamo di sorridere almeno un po'. Accettiamo sia storie vere, che racconti di fantasia."
Per i dettagli del concorso clicca qui

domenica 21 settembre 2014

NON SOLO LIBRI: IL NO DELLA SCOZIA, SATIRA E MONTY PYTHON


19 SETTEMBRE 2014 - la Scozia ha detto NO all'indipendenza dalla Gran Bretagna. 
Personalmente ero quasi certa che avrebbe vinto la spinta indipendentista dei passionali scozzesi, sarà che ho sempre negli occhi, l’ immagine di  quel bel pezzo d'uomo di Wallace,  nella magistrale interpretazione di Mel Gibson che ha
saputo interpretare la forza e il cuore di questi uomini, che nel 1294 combatterono la guerra d’indipendenza causata dall’ ascesa di Edoardo I d’Inghilterra che aveva assunto la guida del paese, dopo avere detronizzato
 il re J. Baljo.
Perché la Scozia ha detto NO?  Probabilmente, come potete leggere nell'articolo di panorama, ha prevalso una scelta di testa e non di cuore. Ha prevalso la paura per la situazione economica, e la volontà di mantenere certi diritti acquisiti. (mi riferisco alla parte più ricca). Infatti, le Borse lo confermano oggi,  con una sterlina mai stata così forte nei confronti dell'euro. 
La vittoria dei NO potrebbe avere  dei significati profondi, e non solo per la Scozia, perche' ora in tutta Europa, altre situazioni con i  propri  paesi membri potrebbero essere  più gestibili.
O forse no... le scelte di cuore, anche se disattese,  lasciano sempre il segno. ( comunque il 9 novembre si voterà per  l’ indipendenza, o meno, della Catalogna dalla Spagna).
Una curiosità; hanno votato NO, piu' le donne scozzesi degli uomini, e date un'occhiata a questo bell'articolo di Internazionale,  che ha intervistato gli adolescenti scozzesi: la scelta di abbassare  l’età per il voto a 16 anni, puntando sui giovani,  non ha dato gli esiti sperati.



Oggi niente libro ma un video che risale agli anni 70.   Monty Python  sono il famoso gruppo comico inglese che ha fatto scuola, dal 1969, con il loro umorismo intelligente fatto di satira, situazioni assurde e suoni bizzarri. I loro film - Il Senso della Vita, uno dei più conosciuti – e i loro sketch, sono un vero cult. Vi propongo questo, Man Turns into Scotsman, divertente satira verso gli scozzesi
Ogni riferimento è puramente casuale....

sabato 20 settembre 2014

NON SOLO LIBRI- LO ZOO DI BERLINO

E non mi riferisco al famoso libro di Cristiane F., letto e riletto quando avevo 15 anni, e  che è ambientato nelle vicinanze dello zoo, nella zona nella stazione ferroviaria.
Parlo proprio dello zoo di Berlino, situato vicino al  Kurfürstendamm e al parco Tiergarten creato nel 1984, quasi completamente distrutto, come la maggior parte della città, dopo la seconda guerra mondiale, e poi ricostruito. 
Normalmente non amo gli zoo, non mi piace vedere gli animali in gabbia, ma lo zoo di Berlino è un vero parco, e gli animali, che arrivano da tutto il mondo, sono davvero trattati bene, con spazi adeguati e personale qualificato.

Se andate a Berlino non mancate di visitarlo... 





Foto di Marlon Traber Photography- riproduzione vietata

martedì 16 settembre 2014

LE LIBRERIE DI BERLINO - MONDOLIBRO LIBRERIA ITALIANA

La libreria LIVRARIA è situata nella Mitte  di Berlino, praticamente il quartiere più centrale della città, il suo centro storico e vitale. Assolutamente da visitare; è uno dei quartieri piu' animati e creativi di Berlino.                                                          
Livraria è una libreria portoghese-brasiliana, fondata nel 2006 da Catia  e Ednie che sono gentilissimi e disponibili, e ha una sezione dedicata alla letteratura in lingua italiana, Mondolibro


Vi possono reperire qualsiasi volume non disponibile in libreria in massimo 3 settimane. 
Massima attenzione viene riservata all'editoria di settore, anche ai piccoli editori nonché ai vari premi letterari. La libreria Mondolibro collabora  con le scuole del territorio,  le biblioteche e le associazioni culturali, offrendo loro lo spazio per organizzare  percorsi di lettura e incontri con autori, giornalisti, musicisti ed attori. Ogni settimana si svolgono negli spazi della libreria presentazioni di libri in presenza di autori ed autrici, critici, musicisti e creativi di ogni genere.



Questa libreria è una vera  sorpresa      e se state visitando questa bellissima città, unica, vi consiglio vivamente di farci un giretto... ne vale davvero la pena!

Dimenticavo: frugando fra le novità italiane potrete trovare il mio libro Insània!


Come sempre... buona lettura!





lunedì 15 settembre 2014

Qual'e il posto migliore per leggere?

Qual'e il miglior posto per leggere? Ho preso in prestito quello  preferito da mio padre, nel suo piccolo orto, in una zona collinare  nell' alto Lago di Garda.
Volutamente non ho fotografato la splendida vista che si apre sul lago, che si snoda fra le due sponde, quella bresciana e quella veronese, verso Desenzano.
Volutamente, ripeto, perchè questa immagine semplice, rispecchia  per me,  l'essenza di chi ama leggere, e desidera solo la compagnia del libro.


Mi piace  leggere in mezzo alle piante, nel verde -  in una serra, sarebbe   il mio sogno -  ma piu' spesso mi trovo a rubare momenti per la lettura nei posti piu' impensati , in macchina a volte, se c'e' una coda, o in bagno, che spesso è l'unico posto in cui trovare quiete e solitudine.

E il vostro? Qual'è il vostro posto preferito per leggere?


giovedì 11 settembre 2014

LA MORTE DI DANIZA

"L'uomo 'feroce idiota' ha colpito ancora". Così lo scrittore Mauro Corona ha commentato la morte di Daniza, per salvare la quale, nelle scorse settimane, aveva fatto numerosi appelli sul web e tramite la stampa. "Hanno ottenuto quello che volevano - ha aggiunto - e adesso l'hanno addormentata per sempre. Io capisco anche gli allevatori e i contadini che si lamentavano: in questo Paese disastrato, per ottenere il risarcimento di una mucca morta ci vogliono cinque anni, e un capo di bestiame, al giorno d'oggi, è un patrimonio che non si può perdere. Tuttavia, c'era il modo di far convivere le varie esigenze senza arrivare a questa brutalità".




Prendo spunto da un articolo di repubblica. it, citando le parole di Mauro Corona, che parla della morte di Daniza,  l'orsa che per difendere i propri cuccioli, dall'incauta curiosità di un uomo, lo ha aggredito, ferendolo. 
Lei che avrebbe potuto uccidere, e non l' ha fatto! Lei,  che era stata portata su quei monti,  per essere a sua volta protetta dal pericolo dell'estinzione, ma che l'incapacità, la cattiveria e l'incuria dell'essere umano ha fatto morire.
Uccisa perché ha risposto all'istinto materno di proteggere i propri  piccoli, uccisa perché dava fastidio e chi doveva decidere non è stato in grado di trovare una soluzione equa, e ha preferito eliminare il problema. 
Mi viene in mente "Il vecchio che leggeva romanzi d'amore" di Sepulveda.
Il vecchio Antonio Jose, cacciatore, e profondo conoscitore della foresta amazzonica, va a caccia del tigrillo, un bellissimo esemplare femmina di tigre, che sta uccidendo gli uomini, perché impazzita  di dolore per l'assassinio dei suoi cuccioli. La lotta fra l'uomo e l'animale,  diventa metafora della continua  barbaria dell'essere umano verso la natura. 

" Il vecchio la accarezzò, ignorando il dolore del piede ferito, e pianse di vergogna, sentendosi indegno, umiliato, in nessun caso vincitore di quella battaglia"

CHI SONO I VERI ANIMALI??

domenica 7 settembre 2014

CONSIGLIO DI LETTURA : ELOGIO DEI 50ANNI

Le  età della donna. Diario del corpo femminilePrendo spunto da un bel articolo del giornale panorama che parlando delle varie fasi di vita di una donna, e dei cambiamenti piccoli o fondamentali che avvengono nel nostro corpo e nella nostra psiche,  consiglia un libro davvero interessante.  Noi donne siamo un universo infinito, inspiegabile, affascinante e pieno di sorprese.
Quante sono le età della donna? E'  la prima domanda che viene posta nell'articolo, e poi si sofferma sui 10 anni fondamentali per la nostra vita: dai 40 ai 50 anni, una decade importante e piena di cambiamenti. 
Ok, io sono di parte, quest'anno ho compiuto giusto 50 anni, ma  devo dire che è un'età bellissima: è un traguardo importante e mi piace dire che a questa età, noi donne, siamo più autonome, più determinate e creative!Mi riferisco alle donne meravigliosamente normali, che lavorano, si occupano della famiglia e fra i mille impegni non trascurano le proprie passioni,  e possono allenarsi ogni giorno per poter  correre una maratona (e chiaccherando per tutti i 42 km come fa la mia amica Paoletta), far parte di un coro e dopo aver preparato la cena, andare a cantare davanti ad un vero pubblico con ottimi risultati, o scrivere un libro,  sfruttando ogni piccolo momento libero della giornata (e della notte). O che,  oltre ad essere mamme, compagne, nonne a tempo pieno trovano il tempo di fare volontariato e di essere anche  nonne di bimbi meno fortunati!
Non siamo piu' vecchie, solo piu' consapevoli
Consapevoli dei nostri cambiamenti, del nostro corpo che cambia e delle nuove rughe sul volto, ma con  l'autoironia necessaria per accettarli, e per farli diventare parte della nostra crescita. Sappiamo che non serve il troppo trucco a mascherarli, e che  l'intelligenza è la miglior arma di seduzione 

E voi amiche, e non sole le 50enni,  che ne pensate?



Le età delle donna autore Luini M.Giovanna  - editore Skira - 12,00 euro.



sabato 30 agosto 2014

CONSIGLIO DI LETTURA: RICETTE A QUATTROZAMPE

E non solo consiglio di lettura, ma anche ottimi consigli per cucinare pranzetti prelibati  ai nostri splendidi amici a quattrozampe e, perchè no, condividerli.
In questo libro troverete ricette adatte a tante situazioni diverse: quelle piu' golose per premiarlo, o quelle per mantenere il pelo lucido o per ritornare in forma dopo una malattia


Vi posso  nominare i gustosi Spaghetti alla Ugo, con carne macinata e origano, e  il Banchetto di Macchia con carne di manzo e cipolla rossa, o le deliziose verdure croccanti. Io ne ho provato alcune e sono davvero gustose. Scommetto che viene fame anche a voi...
Le ricette sono semplici, e ben descritte. Se avete la fortuna di avere un  cane nella vostra vita, questo libro non può mancare!

Ricette a 4 zampe- Autrice INGEBORG PILS - edito GRIBAUDO - PARRAGON


A questo punto,  non posso proprio fare a meno di lasciarvi  un'altra ricetta, consigliata dalla mia compagna quattrozampe Amali


ECCO LA MIA RICETTA...LA MIA PREFERITA...OSSOBUCO ALLA BISMARK, TALMENTE BUONO CHE PUO' ESSERE MANGIATO ANCHE DAL TUO UMANO...SE DECIDI DI LASCIARGLIENE UN POCHINO...

INGREDIENTI:
 350 GR OSSOBUCO DI MANZO
1 UOVO
OLIO EXTRAVERGINE
40 GR PASTA

tagliare l'ossobuco a pezzi grossi, mettere in padella con un goccino di olio, niente sale, aggiungere un po di acqua e far cuocere la carne, appena scottata, deve dorarsi fuori ma restare bella rosa dentro.











Quando e' cotta aggiungere la pasta, ben cotta, e aggiungere per ultimo il rosso dell'uovo ( mi raccomando solo il rosso!)


e BUON APPETITO!!!!

nota bene: il sale ci fa proprio male, meglio non usarlo mai. L'olio contine Omega 6 , e in piccole dosi e' prezioso per la lucentezza del nostro pelo. L'uovo e' un'ottima fonte proteica. in questo ricetta e' utilizzato crudo, e per questo bisogna usare solo il rosso, perche' l'albume produce l'avidina , una sostanza che puo' creare problemi nell'assorbimento di alcune vitamine. l'avidina si disattiva solo con la cottura. e per ultimo l'osso e' ottimo da masticare, non si rompe allena la dentatura e la muscolatura frontale.